Islanda in Inverno, 2020

...a caccia dell'aurora boreale.

Circolo d'oro

Islanda in Inverno, 2020

...a caccia dell'aurora boreale.

I ghiacciai

Islanda in Inverno, 2020

...a caccia dell'aurora boreale.

Islanda in Inverno, 2020

...a caccia dell'aurora boreale.

La nostra Islanda

Islanda in Inverno, 2020

Vieni a caccia di aurore boreali!!

Ci sono solo due modi per essere felici: il primo è venire con noi in Islanda, l'altro non lo conosco.Aurore boreali, ghiacciai e pochi posti liberi. Per info: www.gabrielesaluci.it/islanda-in-inverno

Gepostet von Gabriele Saluci am Samstag, 6. Oktober 2018

SONO APERTE LE PRE ISCRIZIONI
– INVERNO 2020 – 

Bene, un altro inverno!!! È da anni che gironzoliamo per il Sud dell’Islanda, riportando con successo a casa quasi tutti.
Succedono sempre un sacco di cose e tutti restano sconcertati dalla bellezza di ‘sto posto:

  • attraversiamo tempeste di neve;
  • ammiriamo innumerevoli volte l’aurora;
  • percorriamo migliaia di chilometri;
  • mangiamo roba putrefatta;
  • ecc. ecc. ecc…

Si tratta di un viaggio da fare almeno una volta nella vita e sì, è sempre una vera avventura. Lo dicono anche gli eschimesi:se non fai Sto Gran Tour in Islanda l’inverno fa schifo”. Bene.

La nostra missione è andare a zonzo per le strade ghiacciate. L’Islanda è tra i posti più belli del pianeta, ma andare in inverno significa vederla in tutto il suo splendore: campi di lava innevati, cascate ghiacciate e un mare di altra roba bianca e candida. Se ci metti anche che si va in giro alla ricerca dell’aurora boreale, che devo dire di più?! Vabbè qualcosina ancora c’è:

  • ci schizziamo con i geysir;
  • rischiamo di morire trascinati dalle onde;
  • ammiriamo degli iceberg e delle foche in una laguna glaciale;
  • camminiamo prima DIETRO e poi DENTRO una cascata;
  • camminiamo SOPRA un ghiacciaioooo!!!
  • camminiamo DENTRO un ghiacciaioooOMMIODDDDIOOOO!!!!!!

Guarda gli episodi sull’Islanda che ho prodotto per la mia rubrica in onda su Kilimangiaro di Rai 3, più o meno il viaggio sarà questo.

EPISODIO 1, KILIMANGIARO RAI 3

EPISODIO 2, KILIMANGIARO RAI 3

EPISODIO 3, KILIMANGIARO RAI 3

PROGRAMMA DEL VIAGGIO

Primo giorno: inizia l'Avventura

Dopo uno scalo da qualche parte in Europa, beh, benvenuti in Islanda.
La nostra base operativa è un posto segreto e speciale, circondato dal mare.
Faremo un briefing introduttivo sull’avventura e una bella cena nel ristorante migliore di tutta la zona -nonché l’unico.

Dormiremo proprio lì -non nel ristorante, ma in delle calde casette in legno, in riva al mare, in uno dei posti migliori al mondo per osservare l’aurora.

Secondo giorno: una fredda giornata bollente

Proveremo a raggiungere Thingvellir per poter camminare dentro un canyon: è la separazione tra due placche tettoniche. Da queste parti c’è una cascatella e il primo parlamento del mondo.

Pazzesco, tutti qui vanno fuori di testa, ma solo perché gli standard ancora sono molto bassi. Alla fine del viaggio, quando cammineremo su un ghiacciaio direte: “ah, un altro ghiacciaio grande quanto la Corsica. Bah.
La vostra vita sarà irrimediabilmente rovinata, vorrete sempre di più.

Proseguiremo il viaggio verso Geysir che, manco a dirlo, tutti sappiamo cosa è -si impara alle elementari. Nella vallata sono presenti diversi fenomeni: pozze che bollono, buche che bollono, fanghi che bollono e altre cose bollenti.

Dopo aver fatto il pieno di puzza di zolfo e di schizzi di geysir, ci sposteremo verso Gullfoss, una delle cascate più grandi d’Europa, famosa per essere sempre piena di arcobaleni.

Di sera invece sfogheremo la nostra rabbia tirando delle asce in un ristorante vichingo. I nostri cottage in legno ci aspetteranno per passare la notte e aspettare l’aurora. Nei cottage ci sono delle vasche piene di acqua bollente, all’aperto, e non è raro vedere l’aurora mentre si è a mollo.

Terzo giorno: le spiagge razziste

Questa mattina faremo un salto a Skogafoss. È una cascata carina, alta 40 metri dove si va sotto per prendersi gli schizzi e poi si sale sopra per stancarsi un po’ dopo 430 gradini altissimi.

 

Ci sposteremo a ovest, fino ad arrivare a Dyrholaey e ai suoi imponenti faraglioni dove passeremo un po’ di tempo a prenderci tutto il freddo dell’oceano e le onde arrabbiatissime sotto di noi. Ma ne varrà la pena perché vedremo un arco di basalto, una spiaggia nerissima a perdita d’occhio e altre cose dignitosamente carine.

Il punto forte è la spiaggia nera, famosa per inghiottire i cinesi sbadati. Siamo a Reynisfjara.
In Islanda anche le spiagge sono mortali -e mortalmente belle: basalti colonnari, grotte di basalto e grotte di basalto e faraglioni su una spiaggia nera.  

Prima che si faccia troppo tardi ci rimetteremo in marcia. L’Islanda non solo è piena zeppa di cose da vedere, ma anche il solo stare in macchina è commoventemente magnifico.
Durante la marcia oggi attraverseremo tutte le stagioni e guideremo con i ghiacciai alla sinistra e una morena e un deserto lavico a destra.

Arrivati nelle nostre casette di legno, faremo un aperitivo a base di squalo, un bagno nelle vasche calde all’aperto e la cena nei cottage. Poi vediamo che aria tira per l’aurora…

Quarto giorno: il giorno più bello della nostra vita.

Tutto il viaggio è bello, ma bello bello. Eppure questa è una giornata che ripeterei all’infinito. Le cose che vediamo, il modo in cui le vediamo, e il modo in cui sono… minchia.

Prima raggiungeremo il Vatnajökull, una delle masse di ghiaccio più grandi al mondo, esteso quanto la Corsica. Possente, avvolge le montagne e confina con un deserto di lava nero.

Qui ci troviamo di fronte alla prima attività del viaggio. La partecipazione è facoltativa ma consigliata. Ci affideremo alle guide locali per indossare i ramponi e le imbragature per camminare prima sopra e poi DENTRO il ghiacciaio, alla ricerca delle Ice Caves. Saremo nelle grotte di ghiaccio blu dello Skaftafell.
L’escursione ha un costo di 129€ e una durata dalle 3 alle 4 ore. Non è necessaria esperienza e basta saper camminare.

Chi deciderà di non partecipare, invece, potrà ammirare la lingua del ghiacciaio da un’altra angolazione e farà una facile camminata verso la cascata Svartifoss, immersa nel basalto colonnare.

Dopo pranzo ci si rimette in marcia verso… mammamia ho paura a dirlo: Laguna degli Iceberg, Jokulsarlon. Per arrivarci seguiremo una pista ghiacciata che taglia in due il deserto; a sinistra il secondo ghiacciaio più grande del mondo e a destra l’oceano. OK.
Jokulsarlon è un altro punto forte (molto forte) della giornata, anche se gli standard sono già altissimi. Siamo in una laguna glaciale creatasi dal ritiro del ghiacciaio dove enormi iceberg galleggiano nell’acqua.

In mezzo all’acqua immobile galleggiano decine di iceberg, alcuni enormi, tutti azzurrissimi. A seconda della luce il ghiaccio può assumere colorazioni incredibili: dal bianco latte al blu più intenso. Come se non bastasse ci sono le foche a nuotare tra i ghiacci.

Dopo aver passeggiato anche per Diamond Beach, il punto in cui gli iceberg si arenano sulla spiaggia, torneremo verso i nostri cottage.

E ve lo dico: così a parole tutte queste cose non sono possibili da descrivere.

Quinto giorno: il giro di boa.

Inizia la strada di ritorno, siamo a metà. Percorreremo indietro il deserto fino ad arrivare sotto l’Eyjafjallajokull, il vulcano più famoso e pericoloso d’Islanda.

Oggi un’altra attività facoltativa: insieme alle guide locali faremo un trekking di circa 3 ore lungo la lingua del ghiacciaio. L’attività ha un prezzo di 79€; chi già partecipa alle grotte di ghiaccio blu, consideri che questa attività è simile, ma in un contesto e in una lingua totalmente diversa e ne vale davvero la pena.

Chi non partecipa può camminare fino all’inizio della lingua, vicino al lago glaciale e al belvedere.

Dopo pranzo inizierà la marcia di circa un’ora attraverso la morena fino al relitto di un aereo precipitato quarant’anni fa nel deserto. Il relitto è un rottame surreale.

Tornati al calduccio in macchina seguiremo l’unica strada principale islandese lungo la costa meridionale dell’isola, fino a Seljalandfoss, la cascata in cui è possibile passeggiare dietro il getto d’acqua. Il punto forte è la “figa di pietra”, dove ci si bagna da morire, manco a dirlo.

Ci aspetteranno i nostri cottage, la cena con la gara di Karaoke e le vasche calde all’aria aperta e -speriamo, un’altra aurora.

Sesto Giorno: relax.

Sveglia tardi, si spera. Questo perché vuol dire che abbiamo fatto le ore piccole per ammirare l’aurora. Carichiamo gli zaini sui nostri potenti mezzi e ci spostiamo in direzione di Reykjavik, la capitale più a Nord del mondo.

Siamo tornati nella civiltà solo per assaggiare gli hot dog più buoni del mondo, la zuppa di aragosta più buona del mondo e compare i souvenir più cari del mondo. Poi c’è il parlamento, il centro poco storico e la Cattedrale a forma di navicella spaziale.

Pomeriggio ci sposteremo verso la Blue Lagoon per concludere in bellezza il nostro viaggio, rilassarci e bere una birra a mollo nell’acqua azzurra.
L’ingresso alle terme è da considerarsi extra e facoltativo, il costo è di circa 85€ dalle 17:15 circa alle 19:45. Nel prezzo è incluso l’uso di asciugamani, un drink nel bar dentro nella piscina e le maschere facciali.

Dopo un paio d’ore e cotti a puntino, ci spostiamo verso la nostra prossima casa, nella speranza che anche l’ultima notte in Islanda ci regali un’ultima, meravigliosa aurora boreale.

Settimo giorno: eggià.

In mattinata riconsegna delle auto all’aeroporto islandese e con le lacrime agli occhi prenderemo un volo per l’Italia. 🙁

 

COME ISCRIVERSI

Siamo molto molto molto in anticipo.
Le richieste ci arrivano circa un anno prima della partenza e per assicurare un posto a tutti e gestire la logistica abbiamo inventato le PRE-ISCRIZIONI:

Nel periodo da Aprile 2019 ad Agosto 2019 raccoglieremo le prime adesioni creando una lista d’attesa per ogni data, senza richiedere pagamenti.
Da Agosto, chi si sarà pre-iscritto, dovrà ufficializzare la propria partecipazione, rinunciare oppure cambiare data.

Ovviamente è possibile anche iscriversi subito, saltando la pre-iscrizione (questo nel caso si è sicuri della propria data e sarà anche possibile stipulare un’assicurazione annullamento) .

Per pre-iscriversi o iscriversi inviare una mail di richiesta a:
islanda@gabrielesaluci.com
e invieremo più info e le istruzioni su come effettuare l’iscrizione. Ci sarà da versare:

  • PRE-ISCRIZIONE: 0€
  • ISCRIZIONE (ACCONTO): 650€
  • SALDO da versare 30 giorni prima della partenza.

PREZZI E DATE

GENNAIO 2020

Dal 25 Gennaio al 31 Gennaio

Leonardo

SOLD OUT €

Dal 27 Gennaio al 2 Febbraio

Gabriele

1450 euro €

Dal 31 Gennaio al 6 Febbraio

Luca

SOLD OUT €

Febbraio 2020

Dal 1 al 7 Febbraio

Francesco

SOLD OUT €

Dal 5 all'11 Febbraio

Luca

1450 €

Dall'8 al 14 Febbraio

Francesco

1450 €

Dal 10 al 16 Febbraio

Francesco

1450 €

Dal 19 al 25 Febbraio

Leonardo

1450 €

Dal 24 Febbraio all'1 Marzo

Luca

1450 €

Marzo 2020

Dal 2 all' 8 Marzo

Leonardo

1450 €

Dal 5 all'11 Marzo

Gabriele

1450 €

Dal 6 al 12 Marzo

Francesco

1450 €

Dal 12 al 18 Marzo

Francesco

1450 €

Dal 19 al 25 Marzo

Francesco

1450 €

Dal 21 al 27 Marzo

Luca

1450 €

PREZZI

Ci saranno partenze per tutto l’inverno, da Gennaio ad Aprile. Consultare la tabella prezzi e date.

Il prezzo del viaggio è di 1450€ a persona e include:

  • Voli andata e ritorno dall’Italia con scalo (il prezzo è quotato da Milano, ma è possibile partire anche da altri aeroporti pagando un extra);
  • Sei notti in Islanda in camere private al gruppo doppie/triple presso guest-house e cottage in legno;
  • Il viaggio più bello di sempre;
  • Noleggio dei veicoli privati dall’arrivo in aeroporto alla partenza;
  • Copertura assicurativa medico/bagaglio;
  • Fantomatiche e vaghe tasse aeroportuali per noi non esistono, tutto è incluso nel prezzo del viaggio, senza ricalcoli e cambiamenti;
  • IVA e tasse incluse!

Il prezzo non include:

  • La Cassa Comune di 100€ che comprende: carburante, provviste per 2 cene e 1 pranzo al sacco,  due cene al ristorante e tutte le colazioni;
  • I pasti nei ristoranti (circa 100€ per tutto il viaggio);
  • Eventuali tasse/biglietti d’ingresso (al momento l’ingresso a tutte le attrazioni è gratuito);
  • Assicurazione annullamento da 59€ (consigliata)
  • Tutto quanto non espressamente indicato nella voce “Il prezzo include”;

I prezzi del viaggio aumenteranno periodicamente in base al costo dei voli e dei servizi. Il prezzo attuale è riportato nella tabella sottostante al momento del versamento dell’acconto. Qui riporto lo storico dei prezzi:

  • 1450€ fino ad Agosto 2019;

ATTIVITÀ EXTRA

In questo viaggio ci saranno 3 attività facoltative:

  • Grotte di ghiaccio Blu – 3/4 ore 130€;
    Esplorazione con equipaggiamento appropriato, fornito dall’organizzazione, accompagnati da esperte guide locali all’interno del ghiacciaio alla ricerca delle grotte di ghiaccio. Attività è adatta a tutti e non impegnativa dal punto di vista fisico.
    Ne vale davvero la pena, è una delle cose più belle da fare in Islanda.
  • Trekking sul ghiacciaio – 2/3 ore 79€;
    Trekking con equipaggiamento adatto, fornito dall’organizzazione, accompagnati da esperte guide locali sopra la lingua del ghiacciaio. Attività è adatta a tutti e non impegnativa dal punto di vista fisico.
    È molto bello, fin ora tutti i gruppi sono tornati super contenti.
  • Blue Lagoon – 2/3 ore 85€;
    Le terme più famose del mondo. Attività adatta a tutti, incluso nel prezzo l’uso di asciugamani, spogliatoi, drink di benvenuto e maschera facciale.
    Da fare: l’ultimo giorno ci si merita un po’ di relax; si sta tutti insieme e il posto è davvero bello.

INFO E CURIOSITA'

  • Vedremo l’aurora?
    L’aurora boreale è un fenomeno che non possiamo prevedere con largo anticipo perché dipende da fattori tra cui il meteo e l’attività solare. I nostri viaggi sono organizzati nel periodo migliore per favorire l’avvistamento e in genere circa il 90% dei nostri gruppi la avvista. Non c’è alcuna differenza tra le date proposte per riuscire a vedere l’aurora.
  • Dove dormiamo?
    In cottage in piena campagna, lontano da fonti luminose o centri abitati. Sono stati scelti per dormire zone isolate in modo da avere la possibilità di vedere l’aurora nei dintorni dell’alloggio. Le casette sono belle e accoglienti, con camere doppie e bagno privato.
  • Come si svolgeranno le nostre giornate?
    Il meteo è una componente fondamentale del viaggio, così come le condizioni delle strade che potrebbero condizionare il nostro itinerario, le tempistiche e addirittura l’effettiva possibilità di svolgere le attività.
    Il viaggio sarà flessibile e i tempi dilatati in modo da avere margine. Sarà cura degli organizzatori valutare le condizioni e modificare l’itinerario per avere probabilità di vedere nelle migliori condizioni e in sicurezza il possibile… non sarebbe avventura altrimenti.

    Dato che il meteo è imprevedibile e che le notti sono dedicate all’attesa dell’aurora e che albeggia tardi, le partenze la mattina saranno intorno alle 9,30/10 e si tornerà ai cottage intorno alle 17. Per tutto il periodo si avrà la possibilità di avere abbastanza luce diurna per le escursioni, sia buio pesto per poter aspettare l’aurora boreale.
    Guideremo circa 3 ore al giorno e le tempistiche della giornata sono state studiate e migliorate in questi anni per permettere di avere più tempo possibile all’aria aperta e di riuscire a riposarsi per fare un viaggio figo e comodo.

  • Le temperature: Al contrario di come si pensa, in Islanda in inverno le temperature NON sono estreme. Le correnti oceaniche rendono il clima mite: le temperature saranno tra i -5C° e i + 3C.
    Non serve attrezzatura speciale: un giubbotto, un impermeabile, dei guanti e una calzamaglia. Dopo l’iscrizione i partecipanti riceveranno una lista con tutto l’occorrente, più dettagli sul viaggio e curiosità.
    Per partecipare a questo viaggio non è necessario allenamento.
  • Come è formato il gruppo?
    Da ragazzi tra i 20 e i 40 anni (con varie eccezioni). Generalmente il gruppo viene da ogni parte d’Italia e sono tutte persone aperte che amano le nuove esperienze.
    Alcuni non hanno mai affrontato viaggi importanti o viaggi di gruppo e non importa se si è da soli, con la fidanzata o con papà, l’importante è partire per divertirsi. Saremo in 17 e viaggeremo su 2 van da 9 posti. Il secondo veicolo sarà guidato da un volontario del gruppo. 
  • BAGAGLIO E SCALO: I viaggi aerei nel periodo invernale, soprattutto da e per l’Islanda possono subire variazioni e ritardi. I viaggi dall’Italia prevedono uno scalo prima di raggiungere l’Islanda e lo scalo avrà una durata MINIMA di 3/4 ore. Nei nostri viaggi è consentito SOLO il bagaglio a MANO, per una lunga serie di motivi logistici e organizzativi.
    Non vi preoccupate perché forniremo tutte le indicazioni su come viaggiare e cosa portare e fin ora lo spazio è stato molto più che sufficiente.

LE GUIDE

Gabriele

Sono Gabriele Saluci e ho sempre e solo viaggiato, ormai in 67 Paesi. Adesso lo faccio per lavoro. Racconto e curo come regista una rubrica settimanale di viaggi a "Il Kilimangiaro" su Rai3, da 3 anni e 50 episodi. Vivo a Fuerteventura, sono nato in Sicilia, ho studiato in Spagna, Polonia e Inghilterra. Dopo aver attraversato l'Etiopia e l'Italia in Ape, il Myanmar in Autostop, il Senegal in Car Rapide, la Namibia in 4x4, il Marocco in bici, la Mongolia in treno, il Vietnam in motorino, l'Islanda in bicicletta e altre cose più o meno interessanti, è arrivato Sto Gran Tour. Ho creato tutto questo ambaradan per viaggiare in giro per l'Islanda nel modo più completo, figo e divertente. Il mio compito è far si che tutto vada liscio in tutti i viaggi, creare l'itinerario più figo mai pensato, dato che conosco l'Islanda abbastanza bene, avendola girata circa 20 volte. Sono molto meno figo (e alto) di quello che sembra.

Ludovico

Sono Ludovico de Maistre, e il mio mestiere è viaggiare. Dal 2015 sono produttore per fiction e documentari TV e ho istituito la Travel Film School. Viaggio da anni con Gabriele per produrre episodi per "Il Kilimangiaro", in onda su Rai 3. Ho attraversato il Sud America e l'Etiopia in Ape, tutta l'Africa del Sud guidando dei Camion, e l'Africa occidentale in Panda. Adesso amo l'Islanda e ci torno per 4 mesi l'anno. Instagram: Ludovico de Maistre

Luca

Sono Luca Sgarbossa, e sono fortunato a conoscere Gabriele Saluci, mi piace un sacco come persona è bello, simpatico e intelligente. Sono sempre impegnato a fare le mie cose in montagna, a fare le gare e insegnare di sci, a tenere corsi di design all'università e tante altre cose, tra cui lavorare e sviluppare Sto Gran Tour nella parte grafica. Una volta non sono voluto andare con lui in moto in Svizzera perché "la pioggia al contatto col suolo gelava" e non avevo voglia di andarmi ad ammazzare. Gabriele ci è rimasto male e sono sicuro che per questo non si vendicherà mai. Abbiamo fatto 1000 viaggi con Gabriele e da quattro anni viaggio per l'Islanda, il secondo Paese che amo, dopo Cuorgné. Questo testo è stato scritto da Luca Sgarbossa, fidatevi. - Gabriele Saluci.

Leonardo

Mi chiamo Leonardo Berardi. Ai miei cari, dopo 33 anni di spiegazioni dettagliate, non é ancora chiaro quello che faccio nella vita, ma posso provare a spiegarlo a voi! Giro l’Italia e l’Europa facendo il Dj e organizzando grandi eventi. Stare in mezzo alle persone e con le persone, è la mia prima passione! Amo alla follia viaggiare. Ho passato diversi anni della mia vita a spasso tra l'Europa, il Sud America e l'Islanda, che (guarda un pò) è uno dei posti che amo più al mondo.

Francesco

Sono Francesco Cassissa, 28 anni, genovese. E' da qualche tempo che non posso smettere di voler conoscere il mondo e le sue culture. Viaggiare mi ha permesso di vivere le mie passioni e gli interessi in maniera totale, a 360°. Viaggiare è ciò che permette di creare un tipo di esperienza attiva, utile alla comprensione di sé stessi e del mondo. Lavoro a tempo pieno come guida ufficiale Sto Gran Tour. Ho vissuto all'estero, nella fredda Lettonia e in Spagna. Adesso è il momento dell'Islanda, dove passo almeno 6 mesi l'anno.

AVVISTAMENTI AURORA e FOTOGALLERY

VIDEO

RECENSIONI

GENNAIO 2020

DATA: Dal 25 Gennaio al 31 Gennaio

DATA: Dal 27 Gennaio al 2 Febbraio

DATA: Dal 31 Gennaio al 6 Febbraio

Febbraio 2020

DATA: Dal 1 al 7 Febbraio

DATA: Dal 5 all'11 Febbraio

DATA: Dall'8 al 14 Febbraio

DATA: Dal 10 al 16 Febbraio

DATA: Dal 19 al 25 Febbraio

DATA: Dal 24 Febbraio all'1 Marzo

Marzo 2020

DATA: Dal 2 all' 8 Marzo

DATA: Dal 5 all'11 Marzo

DATA: Dal 6 al 12 Marzo

DATA: Dal 12 al 18 Marzo

DATA: Dal 19 al 25 Marzo

DATA: Dal 21 al 27 Marzo

Per maggiori info scrivimi!

Segnala al tuo prossimo compagno